N. 3 - Settembre - 2016


Condividi sui social

Prende vita il Care Magazine Club - I "followers" di Care Magazine ora devono solo incontrarsi dal vivo!


Più passail tempo e più questo Magazine attiralettori, autori e professionisti interessati. Riceviamo quotidianamenterichieste di collaborazione o di abbonamento e ciò, chiaramente, ci stimola ainvestire sempre più per migliorare la qualità di grafica e contenuti. Ma c’èdi più. Abbiamo notato che Care Magazineha saputo suscitare interesse in persone legate da caratteristiche comuni… quali? 

Di certonon è la professione ad accomunare i nostri «followers», tra i quali abbiamo tanto infermieri e operatorisociosanitari, quanto educatori, animatori, ma anche psicologi, terapistioccupazionali, assistenti sociali, nonché medici, coordinatori e direttori distrutture. Ma se non è la professione, dunque, cos’è che ci ha fatto notare unasomiglianza in voi che ci seguite? Proverò a spiegarlo, anche se a parole non èfacile perché è più che altro qualcosa che «si percepisce». Tutti gliestimatori di Care Magazine con cuiabbiamo avuto il piacere di parlare, hanno infatti mostrato di comprendere e di condividere pienamente lelinee culturali che proponiamo. Abbiamo conosciuto professionistidesiderosi di diffondere i loro progetti innovativi e di scoprire quelli dialtri colleghi per migliorarsi; responsabili lungimiranti capaci di orientareil lavoro in modo tale da umanizzare le cure; formatori eccezionali dotatidella passione e dell’intelligenza necessarie per dare vita a nuove idee capacidi generare benessere, nonché dell’indispensabile coraggio per realizzarle…Siamo entrati in contatto con professionisti che sono sensibili e aperti alconfronto, che magari hanno passato momenti difficili nel corso della loro carrieralavorativa, sentendo talora venir meno gli stimoli positivi e la motivazione,ma che – nonostante tutto – ogni giorno si sforzano ancora di fare ladifferenza nelle strutture in cui operano.

E alloraci siamo detti: ci piacerebbe costruire una comunità di conoscenze e di valorimorali condivisi… ma la cosa interessante è che questa comunità esiste già!Esiste ed è fatta di persone che lavorano con coerenza ed entusiasmo, nelrispetto di colleghi, utenti, e famiglie, alle quali manca solo una cosa: un collegamento.  

Ed è percreare questo «ponte» che è statofondato il Care Magazine Club: circolo di persone legate dagli interessiculturali che abbiamo descritto. CAREMagazine è il perno attorno a cui il Clubruota e da cui prende il nome, perché è l’organo essenziale affinché la culturacircoli in modo concreto tra i numerosi e lontani professionisti del settore chesi trovano sul territorio nazionale. Ma gli iscritti al Club saranno anche invitati a partecipare ad eventi culturali incui potranno incontrare per davvero colleghie amici con la stessa visione del mondo. Incontro,partecipazione, relazione, solidarietà: sonosolo alcuni tra i princìpi che definiscono il Club, e che possono prendere corpo soltanto nelle azioni che ognunodi noi compie di giorno in giorno.