Chi Siamo

nuova cultura per nuove
realtà di cura

Editrice Dapero nasce nel 2014 creare una cultura condivisa nel settore dell’assistenza a persone anziane fragili, attraverso la pubblicazione di libri e riviste, e organizzando corsi ed eventi formativi. Lo scopo è migliorare la qualità di vita delle persone anziane di oggi e di domani, a partire dal miglioramento culturale dei servizi, tanto a livello organizzativo quanto in termini di diffusione di buone pratiche e di conoscenze operative.

Per questo offriamo spazi di visibilità a tutte le esperienze di valore del settore, nella convinzione che un cambiamento reale possa sorgere solo da chi ogni giorno vi opera in prima linea. Una cultura, quindi, fatta da professionisti per altri professionisti, a cui non manca però il supporto della letteratura accademica e delle evidenze scientifiche, e che non rinuncia a farsi più semplice per raggiungere anche il mondo di tutti i “non addetti ai lavori” che si trovano, impreparati, a doversi prendere cura di persone anziane.

editricedapero

Casa Editrice indipendente. Impresa famigliare creata da un padre e una figlia mossi dall’ideale di migliorare la vita delle persone anziane fragili. All’esperienza pluriennale di Renato nel settore sociosanitario, si è unita la competenza di Giulia in campo editoriale: da qui ogni giorno ha origine la ricerca di contenuti innovativi e di professionisti motivati a condividerli, per costruire una comunità terapeutica ispirata da una cultura comune.

edizionilead

Nel 2018 Editrice Dapero ha creato il marchio editoriale LEAD, consapevole dell’esigenza dei professionisti di oggi di sviluppare competenze di tipo trasversale. I libri di queste edizioni vogliono riconoscere la persona oltre il professionista (che di persone, per altro, si prende cura), aiutando il lettore ad aver cura del proprio benessere psico-fisico ed emozionale e a migliorare le proprie capacità di leadership, oggi indispensabili per chiunque.

direttore editoriale Giulia Dapero

direttore commerciale Renato Dapero

ufficio stampa Adriana Tidona