“INTRODUZIONE AL METODO VALIDATION”:  FAD Formazione a distanza asincrona  

Questo corso base del metodo Validation, si articola in 4 videolezioni condotte da Cinzia Siviero e si pone come fine l’analisi delle reazioni più spontanee e comuni di fronte ai comportamenti collegati alle patologie dementigene.

È possibile prendere consapevolezza del fatto che le nostre azioni possono incidere sul peggioramento dei sintomi invece che sulla loro diminuzione, oppure possono spostare o rimandare il problema, se non viene accolto il mondo interiore della persona confusa.

Il corso getta le basi di un cambiamento profondo nella relazione: accettazione, legittimazione e accoglienza sono modalità relazionali che mettono in condizione l’operatore della cura di iniziare un percorso. Durante la formazione verranno inoltre messi in luce alcuni punti d’incontro fra il metodo Validation e i valori che sono alla base del Marchio Qualità & Benessere.

A CHI SI RIVOLGE


Il metodo Validation si rivolge agli operatori della cura, indipendentemente dal ruolo e dal luogo in cui lavorano (residenziale, semiresidenziale, domiciliare), ai volontari e ai familiari delle persone anziane affette da demenza.

PROGRAMMA


4 videolezioni composti da video e slide della durata di circa 15 minuti per un totale di circa 60 minuti di lezione, fruibile in base alle proprie esigenze.

1


Le reazioni più comuni al disturbo del comportamento nella demenza

• Disturbi cognitivi e del comportamento
• Le nostre reazioni più frequenti
• Riflessione sul valore QeB RISPETTO
• Emozioni ed Empatia

2


Disturbo del comportamento o manifestazione di un bisogno?

• I disturbi del comportamento ‘etichette’
• Collegare il comportamento e il bisogno
• Riflessione sul valore QeB LIBERTÀ
• Accogliere invece che risolvere

3


In cosa consiste la validazione emozionale

• In cosa consiste la validazione emozionale
• Come si trasferisce nella pratica
• Riflessione sul valore QeB UMANIZZAZIONE
• Una sessione Validation con una persona in fase molto avanzata

4


Validazione e legittimazione

• Riflessione sui valori QeB AFFETTIVITA’ e COMFORT
• Riepilogo dei quattro incontri e chiusura


COSTI:


Quota individuale: € 25 + iva

Per le strutture:
10 iscritti sconto: 10%
15 iscritti sconto: 15%
20 iscritti sconto: 20%

Aderenti al marchio Q&B ulteriore sconto del 10%

GUARDA L’ANTEPRIMA DEL CORSO:

ISCRIZIONE:


Per l’iscrizione al corso compilare il modulo clicca il bottone qui sotto:

 
Gli accessi alla piattaforma fad.benfare.it sono vincolati e con obbligo di frequenza individuale. Ogni utente iscritto riceverà via email le credenziali di accesso.

A conclusione del corso verrà rilasciato un attestato di frequenza.

Media partner:


Libro consigliato:

Non trovo le parole. Il metodo Validation® per comunicare con l’anziano affetto da demenza“, Ed. Dapero 2020, di Silvia Pellegrini e Cinzia Siviero.

Presentazione del libro “Mi ricorderò per sempre” alla RSA Edmondo De Amicis di Beinasco: martedì 28 giugno.

Mi ricorderò per sempre” è un libro itinerante. Cammina, si sposta, si muove. Ma soprattutto continua a smuovere le nostre consapevolezze e le nostre emozioni, raccontandoci cosa è successo nelle RSA durante la pandemia.

Ci sono molti racconti, scritti da professionisti diversi e da strutture diverse, tutte della Lombardia. Ma il messaggio che porta va oltre i confini regionali, perché tutto il mondo dell’assistenza all’anziano può rispecchiarsi in questi racconti.

Realizzato grazie alla collaborazione di UNEBA Lombardia e curato da Paola Cattin il libro verrà presentato il 28 giugno alla RSA Edmondo De Amicis di Beinasco (TO). Un evento creato in sintonia con il gruppo Colisée.

Intervengono: Paola Cattin, Antonella De Micheli autrici dei racconti; Nicolò Gherzi, Maria Rita Lo Grande, Luca Croci del gruppo Colisèe, Giulia Dapero e Adriana Tidona della Casa Editrice Dapero.

Partecipazione:

L’evento è libero previa iscrizione al form (cliccate sul bottone sottostante).


Data, ora e luogo: 28 giugno h 17.00 – 18.00 presso RSA Edmondo De Amicis (Via Maria Teresa Fornasio 30, Beinasco, TO).



Contatti: info@editricedapero.it – 392.5794898

Conferenza Stampa a Palazzo Madama per “Mi ricorderò per sempre”: 14 giugno h 12 alla sede del Senato

Il libro pubblicato da Editrice Dapero “Mi ricorderò per sempre” (a cura di Paola Cattin e realizzato grazie alla collaborazione di UNEBA Lombardia) continua a fare il suo viaggio e a diffondere le voci e le emozioni di quel che è accaduto nelle RSA lombarde durante la pandemia.

Questa volta approda in uno dei posti più rappresentativi delle nostre istituzioni: Palazzo Madama, sede del Senato.

La casa Editrice, grazie all’iniziativa proposta dalla Senatrice Simona Malpezzi, sarà presente insieme a Paola Cattin per sostenere il messaggio, la voce e il cuore di questo testo.

La conferenza stampa si terrà martedì 14 giugno presso la Sala Caduti di Nassirya (Piazza Madama, Roma) alle h 12.

Per i giornalisti e i partecipanti della sessione:

  • L’accesso alla Sala – con abbigliamento consono, e per gli uomini, obbligo di giacca e cravatta – è consentito fino al raggiungimento della capienza massima.
  • Per l’accesso in Senato è necessario indossare correttamente una mascherina FFP2.
  • Gli operatori ed i giornalisti devono accreditarsi scrivendo a info@editricedapero.it (richiedere alla casa editrice la possibilità di partecipare in presenza).
  • Sarà possibile seguire l’evento online, in diretta streaming su webtv.senato.it e sul canale YouTube del Senato Italiano (https://www.youtube.com/user/SenatoItaliano)

Evento formativo: “Al di là di ogni pregiudizio. Per una cura a misura della persona anziana”. Roma, 7 luglio in collaborazione con la Fondazione Alberto Sordi.

Abstract evento:

I gesti di buona cura verso l’anziano sono il risultato di una cultura che è capace di valorizzare e incontrare la Persona autenticamente, al di là degli stereotipi e dei pregiudizi legati all’età.

Durante l’incontro si partirà dal tema dell'”ageismo“, neologismo che rappresenta forme di pregiudizio e discriminazione nei confronti di una persona in ragione della sua età, per descrivere comportamenti e prassi purtroppo diffuse in tanti contesti sociali e di cura, dalle abitazioni, alle strutture residenziali, collettivamente tollerate e giustificate.


Si proseguirà con relazioni che faranno riscoprire il valore della persona anziana nei gesti di cura per mettere in atto la tanto ambita rivoluzione della tenerezza.

Quindi, verrà trattato il tema dell’incontro fra generazioni differenti, non solo come possibile, ma anche come foriero di valore sociale; e verranno raccontate esperienze concrete di accoglienza, maturate in alcune realtà assistenziali di valore.


Grazie alla collaborazione con l’Associazione Aster Cultura, nell’incontro verrà dato spazio alla Lettura teatrale di brani tratti da Ageismo. Il mistero del nome perduto di Luca Lodi da parte di alcuni attori e musicisti.



La partecipazione al convegno è libera previa iscrizione al form. Compilalo premendo il bottone sottostante.


Durante l’evento verrà presentato “Ageismo. Il mistero del nome perduto“, di Luca Lodi, ed. Dapero 2022.

Un romanzo dall’atmosfera thriller che fa riflettere sui pregiudizi legati all’età anziana.

https://www.editricedapero.it/prodotto/agesimo/


Contatti e info:
info@editricedapero.it – 3925794898.

Corso ECM: “Percorso di ben-essere post pandemia. La cura di sé come strumento di rigenerazione

Editrice Dapero è lieta di presentarvi il corso ACCREDITATO ECM: “Percorso di ben-essere post pandemia. La cura di sé come strumento di rigenerazione

Il 31 maggio h 9.00 – 18.00 presso l’AVIS provinciale Brescia (Piazzetta Avis 1, 25124 Brescia)

Abstract:

L’esperienza della pandemia ha duramente provato tutta la popolazione e, in particolare, coloro che hanno assistito alla morte di tante persone.

Nella prima ondata, la più grave e inaspettata, le RSA hanno subito lo shock più violento e, all’interno di esse, anche tutto il personale delle équipe di cura è stato segnato profondamente da questa esperienza.

A distanza di mesi, nonostante la naturale tendenza alla rimozione, diventa utile (necessario?) provare a rivedere e a comprendere meglio il proprio ruolo, il lavoro svolto, le emozioni provate, i risultati raggiunti. Un  confronto di vissuti fra professionisti che si raccontano per comprendere significati e per rialzarsi, con orgoglio, forti di una rinnovata esperienza.

Ecco che riflettere sulla Professione di Cura, sul senso del Prendersi Cura dell’Altro, conduce in una direzione inevitabile rappresentata dalla Cura del Sé.

Come recuperare l’orgoglio di una Professione? Come trovare nuove energie e rinnovata motivazione? Quali leve per sé e per l’equipe per ri-scoprirsi e valorizzarsi dopo un’esperienza così traumatica come quella vissuta nella Pandemia? Come ri-generarsi sfruttando le conoscenze e le competenze acquisite sul campo?

Queste e altre suggestioni caratterizzeranno questo PER-CORSO formativo che, ci si augura, possa essere anche generativo e ri-generativo.

Programma:

OrarioContenuti/Argomento
09,00- 09,40PRESENTAZIONE DEL CORSO – PRESENTAZIONE DEI PARTECIPANTI – PATTO D’AULA
09,40- 11,00IL MITO DI CURAPRENDERSI CURA NON E’ SOLO CURARE
11,00- 11,45LA NARRAZIONE DI UN’ESPERIENZA
11,45- 12,30UN PICCOLO DIZIONARIO DELLE PAROLE E DEI GESTI DI CURA
13,30- 15,00LA CURA DEL SE’ LA CURA DELLE RELAZIONI NELL’EQUIPE
15,00- 16,00BUCHI E FONTI DI ENERGIA: lavoro individuale e in coppie – Condivisione dei lavori
16,00- 16,45UNA PASSEGGIATA RIGENERANTE
16,45- 17,30IL MANUALE DEL POST PANDEMIA
17,30- 18,00CONCLUSIONI

Docente: dottoressa Angela Di Giaimo, Dottore Magistrale in Scienze Infermieristiche e Ostetriche. Formatore e Docente

Destinatari: tutte le figure sanitarie e le figure non sanitarie (ASA/OSS)

Il corso è accreditato ECM per tutte le figure sanitarie

Costo: 30€+IVA

Iscrizioni:

Per iscriversi è necessario compilare uno dei seguenti form a seconda della modalità di pagamento che si preferisce: il form 1 consente il pagamento tramite paypal o carta: il form 2 consente il pagamento tramite bonifico bancario.

DATA ULTIMA PER ISCRIVERSI: Sono accettate le iscrizioni che arrivano entro il 25 maggio 22.

Contatti: info@editricedapero.it – 392.5794898.

«AGEISMO. Il mistero del nome perduto»: il nuovo romanzo di Luca Lodi in chiave sociosanitaria. Una storia di misteri e pregiudizi sull’età anziana.

La presentazione del libro l’8 marzo in diretta facebook dalla pagina di Editrice Dapero.

Dalla penna di Luca Lodi, autore di “Lunafasia. La magica notte di un OSS”, un nuovo romanzo che ci trasporterà in una storia dall’atmosfera thriller e che ci farà riflettere sui pregiudizi legati all’età anziana.

Qui si racconta la storia di Chiara, un’educatrice professionale, che vivrà situazioni rocambolesche e dovrà scegliere se seguire una scia di indizi lasciati da un personaggio misterioso. Si imbatterà in un libro istigatore, in una parola di vetro e persino in una melodia che solo lei riesce ad ascoltare. Incontrerà anche persone che piangono senza lacrime e persone delle quali talvolta lei stessa non riesce a ricordare il nome. Accanto a lei Mirror Queen, il suo diario, e Pai, il suo soffice gatto rossiccio. Alleati preziosi che la aiuteranno a comprendere la verità ultima che il libro vuole trasmettere: ogni vita è degna di un nome.

Una curiosità: “Ageismo – leggiamo nel libro – è un inglesismo (in inglese: Ageism) che indica la discriminazione nei confronti di una persona in base alla sua età”.

L’APPUNTAMENTO IN DIRETTA FACEBOOK L’8 MARZO

Il libro verrà presentato dall’editore (Editrice Dapero) e dall’autore (Luca Lodi) in occasione della data di uscita: l’8 marzo 2022, h 17.00 in diretta Facebook dalla pagina dell’editore. Sarà l’occasione per riflettere insieme su tutti i pregiudizi che offuscano la terza età.

L’evento potrà essere seguito anche via ZOOM previa iscrizione al form. Clicca al bottone sottostante per iscriverti.

«Puoi comprendere L’Ageismo se vedi nell’anziano La persona. Solo allora tutto ti sarà chiaro».

“Vecchi e attivi: l’active aging come stile di vita” – diretta facebook il 25 febbraio h 17.00

Active aging: alla scoperta del significato di “invecchiamento attivo” a partire dalle riflessioni su cinema e letteratura insieme a Francesco Mosetti d’Henry, co-autore de “La stagione del raccolto“.

Perché parlarne?

Nascondere la vecchiaia o espellerla sostituendola con l’immagine di “anziano smart” eternamente giovane non ha nulla a che vedere con l’invecchiamento attivo.

Active aging è un modello, uno stile di vita costruito sulla base di consapevolezza, autonomia, libertà e profonda accettazione di sé. È il modo che abbiamo per vivere la vecchiaia come un’occasione e non come una perdita.

Non è scontato accettare di avvicinarsi all’età più matura della propria vita, sappiamo bene. Il perché? perché non abbiamo mai voluto davvero capire cosa sia la vecchiaia e, secondo, perché non ci è mai venuto in mente che possa essere una bella età.

Dopo i tentativi di arginamento del corso della vecchiaia che ci vengono proposti da una certa medicina (anti-aging) e le influenze culturali sull’invecchiamento, l’ ageismo, che lo vedono spesso con occhi stereotipati e negativi, oggi affrontiamo la sfida di guardare la vecchiaia con lenti positive e curiose.

Lo facciamo insieme a Francesco Mosetti d’Henry che ha individuato nel cinema uno strumento per comprendere la vecchiaia e per vederla come “La stagione del raccolto” e insieme ad altri ospiti.

Ci trovate in diretta Facebook dalla pagina di Editrice Dapero. Sarà possibile seguire l’evento anche da zoom previa iscrizione.

Intervengono:

Adriana Tidona (Editrice Dapero)

Francesco Mosetti d’Henry (Ass. Sociale, Master Metodo Validation, co- autore de “La stagione del raccolto”)

Mauro Cauzer (Psicoterapeuta, co- autore de “La stagione del raccolto”)

Alan Viezzoli (Critico cinematografico, co- autore de “La stagione del raccolto”)


Il libro da cui ci ispireremo per l’incontro:

“La stagione del raccolto. Il cinema come strumento per comprendere la vecchiaia” (ed. Dapero 2021)


Contatti:

info@editricedapero.it – 392.5794898.

Evento online: “Dove ti porto?” Riflessioni sul fine vita: dai tabù alle forme di accompagnamento possibili – 28 gennaio

“Dove ti porto?” Riflessioni sul fine vita: dai tabù alle forme di accompagnamento possibili è il titolo dell’evento online gratuito organizzato da Editrice Dapero in collaborazione con ANIN (Associazione Nazionale Infermieri Neuroscienze).

Il 28 gennaio 2022 h 17.00 18.00 insieme ad alcuni esperti parleremo dei pregiudizi che si legano al tema del fine vita e di come si possano superare in vista di un’assistenza alle persone durante le ultime fasi della loro vita che sia dignitosa e il più rispettosa possibile.

Destinatari: l’evento è pensato per tutti i professionisti della cura alla persona (sanitari e non) impiegati nei servizi, psicologi, interessati al tema del fine vita.

Abstract:

Lavorare sul fine vita ci impone una riflessione sul concetto di “limite”, sia quello che riguarda la nostra vita, sia quello che riguarda la nostra cultura. Durante questo evento proveremo a tracciare alcuni percorsi possibili per “andare al di là” delle nostre resistenze culturali, individuando i principali tabù che si legano al tema del fine vita e le loro implicazioni pratiche e assistenziali.

Alla luce di queste riflessioni e di ciò che abbiamo imparato durante la pandemia, insieme agli esperti ci chiederemo che cosa significhi accompagnare una persona alla fine della vita; come ripesare il ruolo dei professionisti e che tipo di ambienti di cura immaginiamo per il futuro.

Intervengono:

Marina Sozzi (Direttrice Associazione SAMCO, ideatrice e autrice del blog “Si può dire morte): le difficoltà della nostra cultura a rapportarsi con la morte e le conseguenze di questo approccio negli ambienti di cura.

Elisa Mencacci (psicologa e tanatologa, autrice per Editrice Dapero): uno sguardo sulla cultura assistenziale di oggi nelle RSA e negli Hospice: quali percorsi possibili per accompagnare le persone e le loro famiglie alla fine della vita? Quali complicazioni esistono con la demenza?

Federica Dotta (Direttrice del Rifugio Carlo Alberto, Coordinatrice infermieristica): Fine vita in RSA. L’esperienza del Rifugio Re Carlo Alberto e il ruolo degli infermieri nell’accompagnamento a fine vita della persona con Demenza.

Federico Cortese (Infermiere, redattore rivista NEU): essere professionisti della salute e assistere al fine vita: quali competenze sviluppare?

Massimo Savio: dalla comunità amica delle persone con demenza a una comunità inclusiva in tema di fine vita: siamo lontani?

Moderano: Adriana Tidona (Ufficio Stampa Editrice Dapero) e Francesco Casile (Direttore scientifico rivista NEU)

PARTECIPAZIONE:

L’evento sarà visibile via ZOOM previa iscrizione attraverso form (cliccabile dal bottone sottostante) oppure in diretta facebook dalla pagina di Editrice Dapero (clicca qui per andare alla pagina).


Una volta compilato il form di iscrizione si ricevono in automatico le credenziali dell’aula zoom sulla propria mail.

Contatti:

info@editricedapero.it – 392.5794898.

Corso online: “L’educatore in ambito geriatrico. Interventi non farmacologici per un invecchiamento attivo e di successo” – 29 gennaio/5 febbraio 2022

Il webinar dedicato agli educatori professionali e a tutti i professionisti della relazione di aiuto che vogliono acquisire strumenti e tecniche per assistere l’anziano in presenza di invecchiamento sano o patologico. Una formazione per essere sempre preparati a proporre attività con gli anziani utili e stimolanti per tutti.

Prossime date: sabato 29 gennaio e 5 febbraio h 8.30 – 11.00

Obiettivo corso:
Il corso prepara gli educatori che lavorano a fianco di anziani fragili a svolgere il proprio lavoro in modo professionale e rispettoso per la persona, dando nuovi strumenti per le attività, indicazioni metodologiche e suggerimenti pratici per esercitare nel modo corretto il proprio ruolo. Il corso mira anche a vedere riconosciuto il lavoro dell’educatore da parte di tutta l’équipe come il professionista che svolge reali interventi di riattivazione cognitiva, affettiva, relazionale insieme all’anziano.

Abstract corso:
I professionisti della relazione d’aiuto (specialmente coloro che lavorano nelle strutture) sono spesso impreparati ad affrontare la nuova era di cura dell’anziano anche perché le attività reperibili in letteratura sono spesso sempre le medesime e poco stimolanti.

L’intento di questo corso, diviso in due giornate, è di apprendere a livello teorico, ma soprattutto praticotecniche e interventi innovativi da proporre ad anziani per con invecchiamento sano e/o patologico.
Verranno presentati interventi che spaziano dalla riattivazione della sfera cognitivaaffettivamanualeludicoricreativa ed interventi con l’uso della musica. Fiore all’occhiello del corso è sicuramente il trattamento innovativo chiamato M.I.M.A, “Metodo ad Ispirazione Montessoriana per l’Anziano”, da conoscere ed attuare con soggetti che presentano sia smemoratezza benigna età correlata che demenza nella fase iniziale. Gli strumenti e le tecniche appresi dal suddetto corso saranno utilizzabili e spendibili fin da subito nella pratica con l’anziano.

Programma I giornata:
Il contributo dell’Educatore Professionale/ANI/PED in ambito geriatrico:
• Invecchiamento attivo e di successo
• Tipologie di trattamenti non farmacologici

Gli strumenti per la valutazione che l’educatore deve conoscere e può utilizzare:
• Scala A.I.A.D.L.
• Scala I.A.D.L.N.H.
• Schede di valutazione delle attività educative.

Attività da proporre all’anziano in RSA o in un centro diurno: una stimolazione a 360°

  • Potenziamento cognitivo
  •  Stimolazione cognitiva tradizionale
  • Stimolazione cognitiva con tecniche innovative (LIM, realtà virtuale, ect.)

Programma II giornata:
• Continuazione stimolazione cognitiva innovativa M.Im.O.S.A. – trattamento del disorientamento spaziale degli anziani: basi teoriche e protocollo.
I trattamenti affettivo-relazionali:
• Gruppi di Auto-Mutuo-Aiuto: tracce di basi teoriche e protocollo
• Progetto Reminiscenza: tracce di basi teoriche e protocolloTrattamenti Psico-Motorio:
• Attività e laboratori motori
• Metodo Longevity Training: tracce di basi teoriche e simulazione con i partecipanti diuna seduta;
• Trattamento innovativo M.I.M.A. “Metodo ad ispirazione Montessoriana per l’Anziano”: tracce di basi teoriche e protocollo.

E ora che faccio? Libro
Libro E ora che faccio? Editrice Dapero

Costi:
Iscrizione due giornate: 80 € + IVA 
Iscrizione una giornata: 50 € + IVA
Iscrizione + materiale didattico: aggiungendo una maggiorazione al costo di iscrizione è possibile ricevere il materiale didattico (libri “E ora che faccio” e “Non sono più io“).

Lista maggiorazioni:
maggiorazione di € 35 (iva assolta) per “E ora che faccio?” (V. Busato, C. Cecchinato e S. Girardello) +  “Non sono più io” (E. Mencacci, A. Bordin, V. Busato);
maggiorazione di 25 € (iva assolta) solo per “E ora che faccio?”;
maggiorazione di 16€ (iva assolta) solo per “Non sono più io”.
*Costi di spedizione inclusi nei prezzi.

Libro Non sono più io


Iscrizioni: Per iscriversi è necessario compilare il form di iscrizione che consente di ricevere le istruzioni per il pagamento e per l’accesso all’aula virtuale.


Destinatari: Educatori professionali/ANI/PED, Animatori, Psicologi in formazione, Infermieri, Fisioterapisti e Operatori della cura.

Metodologia:
• Lezioni on-line • Lezioni interattive • Visione Filmati.

Docenti: dott.ssa Valentina Busato (Psicologa e pedagogista, Counsellor sistemico relazionale e mediatore familiare. Master in Psicologia dell’Invecchiamento e Master in Psicologia dello Sport. Docente in corsi di formazione e relatrice a convegni. Formatore del Metodo Longevity Training. Coautrice di alcune pubblicazioni scientifiche apparse su riviste nazionali e internazionali). Dott.ssa Chiara Cecchinato (Dottoressa in Psicologia. Relatrice in convegni riguardanti l’invecchiamento e la demenza di Alzheimer e co-autrice di articoli divulgativi inerenti argomenti psico-geriatrici).

Piattaforma: ZOOM

Contatti: info@editricedapero.it // 392.5794898.

NB: è previsto il rilascio dell’attestato di partecipazione a tutti i partecipanti del corso.