Incontri di supervisione per l’attività educativa in ambito geriatrico

5 incontri di supervisione da giugno a novembre (ogni primo mercoledì del mese) rivolti agli educatori professionali che lavorano a fianco all’anziano e che desiderano consulenze personalizzate e specifiche per le loro attività in struttura. Gli incontri sono organizzati da Editrice Dapero insieme a Valentina Busato (autrice, educatrice, psicologa).

Date: 9 giugno – 7 luglio – 8 settembre – 6 ottobre – 9 novembre h 17.00 -18.30


Obiettivo incontri: avere un colloquio personalizzato con una docente esperta per ricevere consigli, suggerimenti teorici e pratici per il proprio lavoro con gli anziani. Durante gli incontri si potranno esporre i propri casi reali e confrontarsi con altri colleghi per rafforzare la propria competenza di “riattivatori” e di promotori di benessere e di invecchiamento attivo.

Durata: 1,5 h a sessione, dalle 17.00 alle 18.30.
Numero massimo iscritti per incontro: 6 persone per incontro
Numero minimo per l’attivazione: 4
Prezzo:  30 € + iva a incontro

Abstract:
L’educatore in ambito geriatrico lavora per promuovere un invecchiamento attivo ma la sua quotidiana sfera di competenza è quella della riattivazione delle potenzialità della persona anziana. L’educatore si occupa di progetti, attività, training che riguardano innumerevoli aree:

  • Area cognitiva
  • Area affettiva-relazionale
  • Area motoria
  • Area personale
  • Area manuale
  • Area ricreativa-di socializzazione

Per ognuna di queste, l’educatore ha a disposizione un bagaglio di conoscenze che deve mettere alla prova e saper applicare con competenza. Non sempre la realtà risponde come ci si potrebbe aspettare e non sempre si riesce a mettere in pratica quello che si è conosciuto sulla teoria. L’educatore è un mestiere che si impara sul campo e ha dunque bisogno di costante confronto per verifiche, approfondimenti, sviluppi.

Destinatari:
Le iscrizioni sono aperte a tutti coloro che lavorano a sostegno delle attività educative (educatori, animatori, psicologi…)

Iscrizioni:
Ogni incontro si aprirà con minimo 4 persone e con massimo 6 per consentire a tutti spazio di confronto e condivisione. Ci si può iscrivere a uno o a più colloqui (anche a tutti) fino al numero massimo di posti. Per iscriversi è necessario compilare il form cliccando sul bottone sottostante. Una volta compilato si ricevono via mail le istruzioni per il pagamento e il completamento dell’iscrizione.

Contatti: adriana@editricedapero.it – info@editricedapero.it – 3925794898

«CURA LENTA»: anziani liberi di fare o “non fare” in RSA come a casa. Il libro che presenta una filosofia di cura che rispetta il tempo della persona.

Anziani liberi e felici in RSA: si può fare.

Si può vivere felici in una struttura residenziale per anziani? Prima di rispondere a questa domanda chiediamoci cosa facciamo nelle nostre vite per sentirci bene. Ogni giorno ci svegliamo, puntando la sveglia all’ora che reputiamo sia utile rispetto ai nostri impegni, affrontiamo incontri, svolgiamo attività, deliberiamo e decidiamo le nostre priorità. In una parola, ci autodeterminiamo, e questo è l’elemento essenziale che contribuisce a renderci individui liberi e anche, presumibilmente, felici.
Nelle nostre RSA poter esprimere una preferenza non è sempre concesso: ci sono routine, programmi, minutaggi e attività ben scandite nell’arco della giornata. Non è possibile puntare una sveglia all’ora che si vuole, mangiare quando si ha fame, fare attività educative, riabilitative o animative quando (e se) se ne ha voglia.

Il tempo è scandito, organizzato e funzionale. Ma funzionale a chi? Non certo ai nostri anziani, quanto piuttosto all’organizzazione. Ecco che la domanda se si può essere felici in RSA trova una risposta. Peccato non sia quella che avremmo voluto e nemmeno quella per cui abbiamo lottato durante le nostre battaglie culturali.

Come operatori della cura – qualunque sia il nostro ruolo – e come persone possiamo cambiare filosofia di lavoro, tornando a occuparci del benessere degli anziani di oggi e degli anziani che saremo.
La filosofia Curalenta®, che qui vi presentiamo, propone un cambiamento dell’approccio di cura basato sul sovvertimento degli schemi temporali. Non più gli schemi del passato, ma non più nemmeno gli schemi.
Curalenta® si fonda sul principio che il rispetto della persona passi essenzialmente sul rispetto del suo tempo.

Curalenta® vuole ridare alle persone che vivono in struttura il diritto non scritto a prendersela comoda, il diritto alla preferenza, al dire “no” senza essere incalzati o sollecitati. Curalenta® crede – e ne ha le evidenze – che gli anziani più padroni della propria vita siano anche più felici e più fiduciosi.

Un libro per ritrovare un nuovo tempo in RSA
Di questa filosofia di cura se ne parla nel nuovo libro per i tipi di Editrice Dapero: «Cura Lenta. Un nuovo tempo per la demenza e l’assistenza in RSA» di Fabrizio Cavanna e Paola Borio, uscito il 20 maggio.

Il libro nasce con l’intento di ispirare le organizzazioni sociosanitarie a un cambiamento radicale del loro modo di assistere, ad “azzerare tutto pur nel più totale rispetto delle tempistiche, personale, turni, protocolli ASL.” [Cura Lenta p. 85]

Gli autori e ideatori di Curalenta®, Fabrizio Cavanna e Paola Borio, hanno studiato, sperimentato quello che non è un nuovo “metodo”, o un nuovo “protocollo”, ma una vera e propria “filosofia di cura”. Pratica, dettagliata, ricca, saldamente concreta come sono concreti i bisogni che hanno le organizzazioni.

«Curalenta® fa leva su un’idea di gestire in modo lento e personalizzato i tempi dell’assistenza e della cura. I programmi che escono da questo nuovo modo di pensare saranno calibrati sulla singola struttura e sul singolo nucleo e quindi non saranno replicabili e riadattabili a un’altra RSA». [Cura Lenta p. 85].

A chi è rivolto?

Curalenta® è una sfida per i gestori delle strutture e per i dirigenti. Adatto soprattutto a quelli più innovatori, visionari, a coloro che non hanno paura del cambiamento, che sanno mettere da parte il “si è sempre fatto così”. Cura Lenta è un libro per chi ha a cuore una missione: rendere questo paese all’altezza dei vecchi che ci sono e che ci saranno. Ecco, se sei un direttore che si rispecchia nel bisogno di innovare, se sei un professionista che si accorge dei limiti dell’assistenza in RSA è importante che tu conosca l’approccio.

La premessa culturale per un cambiamento assistenziale in RSA.

Alla base della filosofia Curalenta® non c’è solo la voglia di portare un tocco di felicità all’interno delle strutture c’è la proposta di un cambiamento di orizzonte dei nostri approcci di cura a cui corrisponde un mutamento di sguardo sull’anzianità.

L’idea alla base – da sempre sostenuta da Editrice Dapero – è che l’invecchiamento abbia bisogno di occhi più positivi, più delicati. Il desiderio è quello di “svincolarsi dalle convinzioni, dalle pose e dalle posizioni” – come recita una famosa canzone – per cui invecchiare sia perdere, ammalarsi, non poter essere felici. Al suo opposto vorremmo introdurre la vecchiaia come un processo, come una fase evolutiva della persona durante la quale, al mutare di certe condizioni fisiche e psicologiche, mutano anche le risorse in gioco.

La prima presentazione del libro
Cura Lenta è stato presentato il 20 maggio h 17.30 su piattaforma zoom e in diretta Facebook dalla pagina della Casa Editrice. Hanno partecipato Fabrizio Cavanna, Paola Borio (autori), Giulia Dapero e Adriana Tidona (Editrice Dapero), Sergio Bariani (Gruppo Gheron), Michele Assandri (ANASTE Piemonte).

Ringraziamenti
Il libro Cura Lenta è realizzato anche grazie al prezioso lavoro di supervisione grafica di Renato Dapero, fondatore della casa Editrice Dapero, che ci ha lasciati prematuramente. Vogliamo ricordarlo e ringraziarlo per essersi speso per il nostro settore fino all’ultimo giorno e per averci lasciato un’eredità culturale vastissima.

Grazie Renato

«L’anziano a casa: un corso a sostegno della cura a domicilio per caregiver familiari e professionisti» 18 e 25 maggio

Il 18 e il 25 maggio h 14.00 – 16.30 insieme alla docente Valentina Busato (psicologa, educatrice e pedagogista) si terrà online «L’anziano a casa: un corso a sostegno della cura a domicilio per caregiver familiari».

Obiettivo corso:

L’intento di questo corso è quello di formare e supportare i caregiver che quotidianamente si prendono cura di anziani fragili, offrendo strategie adeguate, volte a garantire una corretta assistenza e a migliorare anche la loro qualità di vita.
Abstract
La cura dell’anziano a domicilio è un compito delicato spesso affidato alle mani di familiari, di badanti o di operatori a domicilio. Quello del caregiver è un ruolo poco riconosciuto seppure fondamentale e molto difficile per il carico emotivo e per il burden di un’assistenza resa più complessa dalle frequente presenza di declino cognitivo o di demenza.

Per un’assistenza adeguata è importante contare su informazioni corrette e saperle applicare alla propria realtà di riferimento. È dunque necessario capire il comportamento della persona anziana, saperne interpretare i bisogni e rispondere adeguatamente alle sue volontà senza lasciarsi travolgere emotivamente.

Questo corso offre una panoramica sulla cura all’anziano in casa mantenendo il focus sulla demenza e sulla gestione dei cosiddetti “disturbi comportamentali”.
Ad una spiegazione teorica sull’invecchiamento sano e su quello patologico, segue una parte pratica dedicata alle attività, ai consigli per i caregiver di fronte a casi di agitazione e di fronte ai principali problemi pratici della vita accanto all’anziano con demenza.
Iscrizioni: per iscriversi è necessario compilare il form cliccando sul bottone sottostante. Una volta compilato si ricevono via mail le istruzioni per il pagamento e il completamento dell’iscrizione.

Metodologia:
• Lezioni online • Lezioni interattive • Visione Filmati
Destinatari: Caregiver familiari, badanti, ASA, OSS, adatto anche a tutte le figure professionali che gravitano accanto all’anziano.
Costi:
✅Iscrizione due giornate: 60 € + IVA
✅Iscrizione una giornata: 40 € + IVA
✅Iscrizione + libro “Non sono più io: >> maggiorazione di € 16 (iva assolta e spese di spedizione incluse).
✅Iscrizione + libro “ E ora che faccio?” >>maggiorazione di 25€ (iva assolta e spese di spedizione incluse).
✅ Iscrizione + entrambi i libri >> maggiorazione di 35€ (iva assolta e spese di spedizione incluse)

Altra bibliografia consigliata:
Guida pratica per la stimolazione cognitiva, affettiva, relazionale delle persone anziane istituzionalizzate
Reminiscenza: come ricordare la memoria
(ed. Cleup).

Docente: Valentina Busato – Psicologa e Pedagogista

Piattaforma: zoom

Contatti: info@editricedapero.it – 392.5794898.

«CURA LENTA»: il libro che parla di un nuovo tempo per la demenza e per l’assistenza all’anziano in RSA.

«Cura Lenta. Un nuovo tempo per la demenza e l’assistenza in RSA» è il nuovo libro di Fabrizio Cavanna e di Paola Borio per i tipi di Editrice Dapero, in uscita il 20 maggio p.v.

«Leggendo i libro di Fabrizio, prenderemo sempre più consapevolezza che l’assistenza che stiamo erogando ai nostri anziani non è quella che si meritano»

(Michele Assandri, ANASTE Piemonte).

«Cura Lenta» è un libro che nasce dalla consapevolezza che un’assistenza umana pienamente dignitosa per i nostri anziani passa necessariamente dal rispetto per il loro tempo naturale, intimo.

Se il focus della cura è il tempo della persona e non quello dei servizi, è importante per le organizzazioni imparare a ri-centrare i propri obiettivi cercando di assecondare il tempo della persona.

Alzate, pasti e attività non possono essere stabilite per tutti al medesimo orario o con una cadenza rigida, ma dovrebbero essere sempre momenti funzionali al benessere degli anziani. La velocità e la rigidità del susseguirsi delle fasi della giornata in struttura si contrappongono al bisogno naturale di flessibilità, stridono con il concetto di preferenza e negano un diritto non scritto che è quello alla “lentezza”.

Fabrizio Cavanna e Paola Borio hanno pensato di dare alla cultura assistenziale un forte segnale di cambiamento introducendo un approccio organizzativo (con tanto di modello dettagliato) che tiene conto del rispetto del tempo degli anziani. Si potrebbe dire che abbiano avanzato un vero e proprio modello assistenziale, ma preferiscono chiamarla filosofia di cura, sebbene sia una filosofia pratica che dà indicazioni precise ai gestori dei servizi e ai professionisti che vi operano.

Un libro adatto a chi organizza i servizi, a chi li coordina e anche a chi li vive da dentro. Il connubio fra teoria e strumenti operativi rende Cura Lenta un must per tutti gli addetti ai lavori dell’assistenza avanguardisti e con un’elevato spirito umano.

Il 20 maggio alle 17.30 il libro verrà presentato online su piattaforma zoom e in diretta Facebook dalla pagina di Editrice Dapero per la prima presentazione ufficiale.

Intervengono all’evento: gli autori Fabrizio Cavanna e Paola Borio, Giulia Dapero e Adriana Tidona di Editrice Dapero, Sergio Bariani, autore della prefazione (gruppo Gheron).

Per partecipare all’evento è necessario registrarsi gratuitamente compilando il form nel bottone sottostante. Una volta compilato si ricevono in automatico le credenziali e le istruzioni per accedere all’aula ZOOM.

Il libro Cura Lenta è disponibile in prevendita a prezzo scontato fino al 20 maggio, giorno di uscita.

Contatti: info@editricedapero.it // 392.5794898.